News
Indietro
SubHeader
News
sabato 26 novembre 2022
Approvazione Bilancio 2022/2024, agli uffici competenti gli elogi del sindaco Alì e dell`assessore Francesco Coco
La settimana che si conclude oggi è stata caratterizzata da quello che costituisce uno dei momenti di maggiore rilievo per un’Amministrazione, l’approvazione del Bilancio, spina dorsale dell’azione di governo, frutto del lavoro poderoso condotto dall’assessorato competente, retto da Francesco Coco, e dagli uffici ad esso collegati. E in relazione alla recente approvazione del Bilancio di previsione 2022/2024, il sindaco, ing. Stefano Alì, e l’assessore al Bilancio, Francesco Coco, hanno rilasciato le dichiarazioni che seguono.
"Si tratta di un bilancio da 231 milioni - ha affermato in premessa il sindaco Alì - sicuramente significativo per una città di 50mila abitanti e, quindi, complesso da portare avanti, considerate anche le difficoltà che ci sono oggi nei conti pubblici. Ringrazio gli uffici per il lavoro che hanno permesso di raggiungere questo risultato ed i consiglieri che hanno votato favorevolmente mettendo a disposizione della città questo strumento che è necessario, ad esempio, per le assunzioni dei vigili urbani, le stabilizzazioni degli assistenti sociali. Uno strumento necessario a cui siamo arrivati in ritardo, ma quest`anno le difficoltà sono state ancora ancora più del solito, basti pensare agli aumenti del costo dell`energia elettrica che, come si ribaltano sui cittadini, si ribaltano anche sui Comuni. Ad esempio - ha aggiunto il primo cittadino - per la pubblica illuminazione abbiamo dovuto prevedere ulteriori 2 milioni di euro rispetto a quanto già spendevamo per l’aumento dei costi dell’energia elettrica. Abbiamo previsto circa un milione di euro per riconoscimento degli aumenti previsti in busta paga per i dipendenti comunali, a seguito dell’approvazione del nuovo contratto di lavoro, e somme per debiti fuori bilancio. Quindi, chiudere questo bilancio è stato complesso, finalmente siamo riusciti e la soddisfazione che sono previste somme significative per interventi legati al Pnrr. Abbiamo circa 60 milioni di euro di interventi di nuove realizzazioni e che oggi possono essere affrontati solo attraverso finanziamenti, mentre una volta si facevano dei mutui che oggi stiamo scontando. L’unica opportunità per poter realizzare le opere, sia chiaro, sono i finanziamenti. I Comuni soprattutto del Sud oggi risentono della modifica di un intervento risalente al Governo Monti, che limita le spese alle somme che effettivamente vengono incassate. Ad Acireale, come in molti Comuni del Mezzogiorno, si avverte forte il problema della riscossione, quindi abbiamo un fondo che viene accantonato ovvero somme che non possono essere spese, per circa 12 milioni, destinate a coprire queste mancate entrate. Questo, chiaramente, ingessa il bilancio Comunale. Cinque o sei anni fa, in queste stesse situazioni, il Comune di Acireale avrebbe avuto 12 milioni da spendere ed è chiaro che con queste somme si potevano fare investimenti significativi in opere pubbliche e manutenzioni. Oggi siamo bloccati e, quindi, dobbiamo aspettare che in qualche modo il Governo si renda conto di queste difficoltà. Oggi molti Comuni - ha concluso il sindaco Alì - non sono in grado di approvare i bilanci, perché vengono meno risorse assolutamente necessarie”. Sulla stessa lunghezza d’onda l’assessore al ramo, Francesco Coco, il quale ha aggiunto che: “Esprimo soddisfazione per l`approvazione del bilancio di previsione, a cui si è arrivati con notevole impegno, durante un periodo molto difficile per le conseguenze legate ai vari rincari del costo dell`energia e delle materie prime nonché ai vari debiti fuori bilancio pervenuti. Siamo riusciti a chiudere un bilancio in equilibrio finanziario, tenendo i conti in ordine e, soprattutto, grazie ad un eccellente lavoro di squadra, abbiamo ottenuto finanziamenti per oltre 60 milioni di euro riguardanti 34 progetti che segneranno una svolta nella nostra città. Voglio ringraziare – ha concluso l’assessore Coco - i consiglieri della mia maggioranza e quelli di opposizione per la partecipazione attiva e la proposizione di importanti emendamenti che hanno contribuito a migliorare i contenuti del bilancio, a dimostrazione del fatto che, quando si trattano argomenti importanti per gli interessi della nostra città, l’aula fa valere sempre un alto senso di responsabilità”.





Leggi allegato: 82936_francesco coco.jpg
Leggi allegato: 82937_approvazione bilancio.jpg