News
Indietro
SubHeader
News
lunedì 24 ottobre 2022
Inclusione sociale, alla Villa Belvedere l`evento finale del progetto "Remi"
La Villa Belvedere ha ospitato, sabato scorso, la manifestazione conclusiva del progetto "Remi", acronimo di Rete educativa come meta per l`inclusione sociale. Ha fatto gli onori di casa il sindaco, ing. Stefano Alì, a conferma dell`attenzione usata dall`Amministrazione comunale dinanzi a tematiche che investono in generale il mondo sociale, segnatamente l`inclusione. Assieme al primo cittadino acese sono intervenuti anche il sindaco di Aci Catena, prof.ssa Margherita Ferro, e tutti i partner del progetto che, finanziato dal Dipartimento per le politiche della famiglia della Presidenza del Consiglio dei ministri, ha coinvolto un centinaio di giovani tra gli 11 e i 17 anni ed è stato coordinato, in qualità di ente capofila, dall`Aias di Acireale, presieduta dal dott. Armando Sorbello. Nella stessa Villa Belvedere è stata allestita una mostra dei manufatti realizzati nel corso del progetto: manufatti in vimini, preziosi abiti tipici dei Pupi siciliani, oggetti in ceramica e splendidi Pupi in dimensioni reali fedelissimi alla tradizione. L’iniziativa è stata costruita intorno ad una partnership composta da enti pubblici, associazioni, onlus e soggetti privati per dare vita ad una esperienza di crescita culturale e personale di cui hanno beneficiato cento giovani tra gli 11 e i 17 anni dei comuni di Acireale, Aci Catena e Aci Sant’Antonio. Il progetto di inclusione sociale è stato avviato a fine 2021 e si è svolto per tutto il 2022, grazie ad un finanziamento di 200mila euro concesso dal Dipartimento per le politiche della famiglia della Presidenza del Consiglio dei ministri. Partner dell’iniziativa sono stati i Comuni di Acireale, Aci Catena e Aci Sant’Antonio, gli istituti scolastici “Vigo Fuccio - La Spina”, “Filippo Brunelleschi” e “Paolo Vasta”, l’associazione culturale "Arte pupi" dei fratelli Napoli, il gruppo donatori di sangue "Fratres", la Misericordia di Acireale, LS Finance srl, Club per l’Unesco di Acireale, l’associazione “Comunicare è vita” onlus, l’associazione “Life” onlus. Il progetto REMI ha portato i ragazzi a scoprire le tradizioni locali dell’Opera dei pupi e della creazione degli antichi cesti in vimini. Durante questo anno, sono state organizzate visite guidate presso il Museo dell’Opera dei pupi di Acireale, laboratori con i fratelli Napoli, "mastri pupari", nell’antica bottega nel centro storico di Catania, laboratori di ceramica, pittura, scenografia, cantastorie, sartoria e un laboratorio finalizzato alla costruzione dei pupi siciliani; laboratori con il maestro d’opera cestinaio e realizzazione di manufatti artigianali in midollino, tipici della cultura e tradizione siciliana. I partecipanti sono stati guidati in un percorso ampio e particolareggiato, che ha previsto attività diverse suscitando interesse. Le attività hanno impiegato tecniche che consentono la partecipazione di tutti, anche di chi ha delle esigenze specifiche. In questo senso, sono stati realizzati pure laboratori di musicoterapia e l’elaborazione dei testi in CAA (Comunicazione Aumentativa Alternativa), un insieme di strategie, strumenti e tecniche che consentono alle persone con bisogni complessi di comunicare tramite canali che si affiancano a quello verbale.


Leggi allegato: 82503_remi 1.jpg
Leggi allegato: 82504_remi 2.jpg
Leggi allegato: 82505_remi 3.jpg
Leggi allegato: 82506_WhatsApp Image 2022-10-22 at 12.59.34 (1).jpeg
Leggi allegato: 82507_WhatsApp Image 2022-10-22 at 12.59.34.jpeg
Leggi allegato: 82508_WhatsApp Image 2022-10-22 at 12.59.36 (1).jpeg
Leggi allegato: 82509_WhatsApp Image 2022-10-22 at 12.59.37.jpeg