News
Indietro
SubHeader
News
venerdì 3 giugno 2022
Cultura, al Palazzo di Città la presentazione di "Gabbiani", opera postuma della compianta Maria Laura Tringale
La Sala Stampa del Palazzo di Città ha ospitato la presentazione del libro di poesie “Gabbiani”, di Maria Laura Tringale, dato alle stampe postumo da “La Voce dell’Jonio”, editrice dell’omonima testata online che ha voluto ricordare la docente delle scuole superiori, recentemente scomparsa, sottolineandone le capacità letterarie e poetiche nonché le nobili doti umane. A fare gli onori di casa sono stati il sindaco, ing. Stefano Alì, e l’assessore agli Affari istituzionali, avv. Mario Di Prima, i quali hanno sottolineato la disponibilità del Comune ad ospitare nei propri spazi, anche all’aperto, iniziative culturali utili alla crescita della comunità cittadina. Disponibilità che vuole anche essere uno sprone alla ripartenza, di questa come di altre attività cittadine, dopo l’oscuro periodo condizionato dalla pandemia. La serata è stata introdotta e moderata dal direttore de “La Voce dell’Jonio”, Giuseppe Vecchio, il quale ha ricordato che quest’ultima, oltre che casa editrice e testata giornalistica, è anche una associazione che promuove e produce cultura, tra l’altro, socia, da pochi giorni, della Consulta culturale cittadina. L`esperto giornalista ha ricordato che il libro era stato voluto dall’autrice. "Lei stessa - ha spiegato Vecchio - qualche settimana prima della dipartita, aveva tirato fuori dal classico cassetto recondito le poesie e ne aveva chiesto espressamente la pubblicazione al marito, ing. Nino Ortolani, e si era detta felice della copertina disegnata dal figlio Giancarlo". Dal punto di vista critico-letterario, l`opera è stata illustrata dalla prof.ssa Rita Messina, docente e giornalista, editor e autrice della prefazione, la quale ha sottolineato la ricchezza ispiratrice di Maria Laura Tringale e, nello stesso tempo, la grande capacità descrittiva e dell’uso delle future poetiche. Riprendendo la propria prefazione, ha osservato come le poesie della Tringale si esprimano “sia con l’incisività tipica della brevità, tre, quattro versi e minimamente anche due, sia alternandosi in maggiore estensione…”. L’altra relazione in programma è stata svolta dal prof. Nino De Maria, docente in pensione e amico della famiglia Ortolani – Tringale, autore della presentazione del libro, il quale ha rilevato come l’autrice, osservatrice attenta della realtà, abbia saputo trasferire magistralmente in versi liberi le proprie emozioni dinanzi a episodi della propria vita e della contemporaneità. De Maria ha anche parlato della Tringale moglie, madre e persona attiva nella comunità cittadina. Due gli interventi liberi: il dott. Salvatore Leonardi, svolgendo una attenta e profonda analisi di alcuni argomenti dei testi poetici, rapportati a quelli biblici, ha fatto emergere la profonda e matura fede dell’autrice; il giornalista Carmelo Ronsisvalle ha ricordato la grande umanità di Maria Laura Tringale, che traspariva anche dagli atti più semplici della vita quotidiana, la stessa umanità che emerge dalle sue poesie.
Nino Ortolani, visibilmente commosso, ha puntualizzato alcuni aspetti della gestazione del libro, dalla ideazione alla pubblicazione, vissuti e concordati con la moglie. Alcune poesie sono state declamate dall’attore e regista Carmelo Rosario Cannavò e da Giancarlo Ortolani, una da Valeria Conti, nuora dell’autrice.
Al termine della serata, Maria Elvira Ortolani ha ringraziato gli intervenuti, gli organizzatori e i protagonisti della serata e gli amministratori comunali.



Leggi allegato: 81537_libro 1.jpg
Leggi allegato: 81538_libro 2.jpg
Leggi allegato: 81539_libro 3.jpg