News
Indietro
SubHeader
News
giovedì 5 maggio 2022
Sanità, il vicesindaco Fraschilla approva l`istituzione del Dipartimento Interaziendale dell`Area Emergenze e Rete per l`infarto negli ospedali periferici
Il vicesindaco e assessore alle Politiche sociali, dott.ssa Palmina Fraschilla, all’uopo delegata dal sindaco, ing. Stefano Alì, ha partecipato alla riunione della Conferenza provinciale dei sindaci che si è tenuta nell’aula consiliare del Comune di Catania, in presenza dei vertici dell’Azienda sanitaria provinciale, indetta per l’istituzione del Dipartimento Interaziendale dell`Area di Emergenze e Rete per l`infarto negli ospedali cosiddetti periferici. La proposta avanzata dal sindaco di Caltagirone, dott. Fabio Roccuzzo, in nome e per conto di tutti i colleghi del Calatino, è stata approvata all’unanimità nel corso dell’incontro presieduto dal vicesindaco di Catania, dott. Roberto Bonaccorsi, in quanto ritenuta come la soluzione alla sempre più insostenibile carenza di medici che penalizza fortemente gli ospedali periferici. Con il Dipartimento Interaziendale, infatti, si determinerebbe la possibilità che i medici di altri ospedali e di altre aziende svolgano la propria attività anche negli ospedali di Caltagirone, Militello ed in tutti quegli ospedali cosiddetti periferici, così da risolvere le gravissime problematiche che affliggono il Pronto soccorso e la Cardiologia. A breve verrà richiesto un incontro all’assessore regionale della Salute, avv. Ruggero Razza. “Ho votato favorevolmente – ha affermato il vicesindaco Fraschilla - perché la salute è un bene primario da salvaguardare. Ho votato favorevolmente e con il cuore, perché la zona del Calatino e, quindi, anche i miei cari concittadini di Vizzini (qui sono nata) possano ricevere le cure più adeguate in casi di emergenza, perché il giusto approccio, la professionalità e la tempestività salvano le vite. Essere il vicesindaco di una grande città – ha aggiunto la dott.ssa Fraschilla - non è cosa semplice. Tante le preoccupazioni, molti i doveri da assolvere, la burocrazia che ci fagocita, le scadenze, le richieste legittime dei cittadini. Poi giungono i momenti in cui si è particolarmente fieri di svolgere questo compito, perché in maniera tangibile si può dare il proprio contributo affinché il nostro territorio possa offrire il meglio, dal punto di vista sanitario, a ciascun cittadino”.


Leggi allegato: 81220_rete infarto 1.jpg
Leggi allegato: 81221_rete infarto 2.jpg
Leggi allegato: 81222_rete infarto 3.jpg
Leggi allegato: 81223_rete infarto 4.jpg