News
Indietro
SubHeader
News
martedì 18 gennaio 2022
Macellazione, al Ce. Ma. la gestione dell`impianto zootecnico di contrada Iannarello a Paternò
Il Centro macellazione di Acireale (Ce. Ma.), che ha chiuso i battenti il 10 dicembre scorso, ha acquisito, a partire dalla stessa data, la gestione dell’impianto zootecnico della “Merincar”, sito al chilometro 18 della Strada provinciale 74/II, senza numero civico, in contrada Iannarello a Paternò, uno dei più importanti in Sicilia nel proprio settore. Si tratta di un’operazione di particolare rilievo sul fronte del comparto zootecnico della provincia etnea, condotta dall’amministratore unico del Ce. Ma, geom. Salvatore Messina, senza gravare sulle casse comunali e prevedendo che, ove possibile, il complesso immobiliare sito al civico 10 di via Antillo possa essere destinato alla funzione di mercato ortofrutticolo al coperto, ferma restando l’opportunità di riconvertirlo per altre esigenze della collettività. L’impianto zootecnico, gestito attraverso la formula “rent to buy”, impiegherà 25 lavoratori, facendo ricorso a figure specializzate sul fronte della macellazione, compreso il personale già in forza al Ce. Ma. Legittima la soddisfazione espressa dall’assessore alle Partecipate, Giovanni Raciti: “Si conferma il ruolo della società partecipata del Comune come operatore efficace anche in ambiti in cui, normalmente, non sono presenti aziende pubbliche. E, inoltre, viene fornita una risposta ai cittadini di quell’area che chiedevano da tempo la delocalizzazione di questa attività, per un risultato che, dunque, ha pure una valenza civica e di attenzione nei confronti dei residenti su via Antillo”. Sul piano tecnico e progettuale, eloquente appare la riflessione dell’amministratore unico di Ce. Ma., Salvatore Messina- “Siamo in presenza di un`operazione inevitabile – ha affermato il manager acese - perché gli unici stabilimenti della provincia di Catania in cui veniva esercitata l’attività di macellazione erano quelli di Acireale e Iannarello. Entrambi, però, scontavano gli effetti di una condizione negativa ovvero il conto economico sempre in perdita, in quanto si continuava a gestire queste attività nella prospettiva che a Catania potesse restare un solo un macello dotato dei requisiti richiesti dalla Comunità europea, una struttura la cui attività potesse davvero riequilibrare il conto economico. Ci siamo riusciti e la prospettiva che si apre è parecchio interessanti, perché determina i presupposti per realizzare un polo zootecnico di eccellenza con protagonista il Comune di Acireale”.


Leggi allegato: 80667_macello 1.jpg
Leggi allegato: 80668_macello 2.jpg
Leggi allegato: 80669_macello 3.jpg