News
Indietro
SubHeader
News
sabato 11 dicembre 2021
Servizio civile universale, la Presidenza del Consiglio dei ministri finanzia due progetti del Comune
La Presidenza del Consiglio dei ministri, Dipartimento per le Politiche giovanili e il Servizio civile universale, ha finanziato 521 programmi di Servizio civile per l’impiego di 55.198 operatori volontari, premiando l’Amministrazione comunale di Acireale con l’inserimento in graduatoria utile di ben 2 progetti che coinvolgeranno, complessivamente, 58 giovani. Il duplice riconoscimento alla nostra Città è sancito dal decreto 738 del 2021 e fa riferimento al tema “Identità urbana” che, di fatto, comprende un progetto per la salvaguardia e la valorizzazione delle bellezze paesaggistiche locali ed un altro in funzione dell’efficienza e dell’ottimizzazione dell’Amministrazione comunale. Legittima la soddisfazione espressa dall’assessore agli Affari istituzionali, avv. Mario Di Prima, il quale ha creduto sin dall’inizio in questa opportunità. “Si tratta – ha osservato – di due progetti che il Comune mette in campo a supporto e a sostegno degli uffici comunali e delle attività che vengono svolte sul territorio per la valorizzazione delle nostre risorse. E’ un risultato eccellente, raggiunto in equipe – ha aggiunto l’assessore Di Prima – e con la collaborazione fondamentale dei consiglieri comunali Sonia Abbotto e Martino Florio nonché degli uffici, nelle persone della dott.ssa Camilla Castorina e della consulente dott.ssa Emanuela Farruggio, coordinati dal dirigente degli Affari istituzionali, dott. Alfio Licciardello. Quanto ottenuto costituisce una rilevante opportunità per i giovani del nostro territorio e la retribuzione per il lavoro svolto verrà corrisposta loro direttamente dal Dipartimento della Presidenza del Consiglio dei ministri. In questo ambito, verranno utilizzati anche fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) e l’esperienza sarà notevolmente importante, in quanto interessa giovani che abbiano completato il loro ciclo di studi, al momento disoccupati, i quali potranno valorizzare conoscenze, talenti e capacità a servizio della comunità, in questo caso il Comune”.


Leggi allegato: 80541_mario di prima.jpg