News
Indietro
SubHeader
News
martedì 14 settembre 2021
Legalità, piena solidarietà del sindaco e dell`Amministrazione comunale alla Polizia Municipale impegnata a combattere il commercio ambulante abusivo
Ha suscitato vivo disappunto all’interno dell’Amministrazione Alì la serie di commenti negativi che ha fatto seguito all’azione della Polizia Municipale, alla quale il sindaco e la Giunta rivolgono massima solidarietà, nello svolgimento del proprio compito volto ad eradicare il deprecabile fenomeno del commercio ambulante abusivo, eseguita su mandato dell’Amministrazione comunale che, sin dal suo insediamento, si è posta l’obiettivo di combattere ogni forma di illecito, nonostante le ridotte forze di cui si dispone proprio per quanto riguarda il Corpo dei Vigili urbani. Un’azione che mira anche alla tutela della salute pubblica, posto che i prodotti in vendita in maniera abusiva sono privi di tracciabilità, e rappresenta un argine dinanzi alla concorrenza sleale subita da quegli esercenti che pagano regolarmente affitti e tasse. In un contesto civile, la lotta al fenomeno e, quindi, indirettamente, la prevenzione di ogni forma di abusivismo, compreso quello commerciale, dovrebbero suscitare un plauso unanime. Così, purtroppo, non è accaduto, a giudicare dalla significativa diffusione di espressioni lesive sui “social” da taluni soggetti nei riguardi degli operatori della Polizia Municipale, che si aggiungono agli insulti talvolta ricevuti anche fuori dalla piazza virtuale, nell’esercizio nelle loro funzioni, alcuni particolarmente terribili come quello indirizzato ad un’agente, alla quale è stato rivolto un “auspicio” che si commenta da sé: “t’avissi moriri ‘nfigghiu nà panza”. Coloro che, attraverso beceri commenti hanno incoraggiato determinate condotte, biasimando l’operazione della Polizia Municipale, sappiano che nei loro confronti l’Amministrazione comunale intraprenderà le azioni giudiziarie del caso, anche se i post sono stati rimossi ma rimasti archiviati, stigmatizzando sin d’ora quelle prese di posizione che tendono a biasimare l’operato dei tutori dell’ordine ed anche l’atteggiamento di coloro che, indossando i panni del cosiddetto “medico pietoso”, invitano a chiudere un occhio, nel nome di una non meglio identificata tolleranza. Tanto gli uni che gli altri hanno perso un’occasione per tacere ed evitare di dichiarare ufficialmente la loro manifesta e insuperabile cialtroneria. L’Amministrazione comunale, invece, non tace nell’esprimere un plauso e solidarietà al Corpo della Polizia Municipale, guidato dal col. Antonino Molino, la cui azione proseguirà in maniera energica per contrastare ogni forma di illegalità, piaccia o no a quella sparuta minoranza che non ha la capacità di rapportarsi con il mondo civile. “Ritengo valga la pena di ricordare – ha osservato il primo cittadino - che appena pochi mesi fa un agente del Corpo è stato oggetto di un’aggressione e, dunque, la legalità si dimostra anche manifestando solidarietà alla Polizia Municipale”.