News
Indietro
SubHeader
News
venerdì 6 agosto 2021
Cultura, tre autori protagonisti a "Il salotto di Galatea"
Tre gli autori acesi protagonisti del quinto appuntamento con "Il salotto di Galatea", fortunata rassegna culturale ideata dall’assessore alla Cultura, dott. Fabio Manciagli, e curata nei dettagli dalla giornalista e scrittrice Maria Cristina Torrisi. Gli ospiti che si sono avvicendati al tavolo del Palazzo del turismo, dinanzi all`impeccabile Cristina Torrisi, sono stati Giuseppe Volpe, Pina Spinella e Pippo Scudero, autori parecchio apprezzati sul territorio. Giuseppe Volpe (Pino D’Arcais Artoise), medico e scrittore, ha presentato la sua fatica letteraria “I personaggi” in cui, così come affermato dalla Torrisi, in un immenso racconto fatto di storie si narrano le fragilità dell’essere umano. Con occhio attento e animo sensibile, Pino D’Arcais Artoise, attraverso il suo lavoro, presenta 21 ritratti diversissimi tra loro. Una vera e propria saga dell’umanità che va dal giudice morto ammazzato dalla mafia alla prostituta condotta alla disperazione a causa di una vendetta. Ma vi sono personaggi famosi come Napoleone e Cagliostro, vi sono quelli tratti dalla storia antica e dalla mitologia e quelli contemporanei. "Un libro affascinante – l’ha definito Maria Cristina Torrisi – anche per l’originalità di inserire versi poetici e illustrazioni all’interno del testo".
Pina Spinella, insegnante di scuola per più di 20 anni, persona molto stimata che ama scrivere e comunicare, ha presentato il lavoro “Il mito di Aci e Galatea”, non prima di parlare della sua prima fatica letteraria “Il Ritorno”, che ha aperto le porte alla neo produzione letteraria. Appassionata lettrice, ha studiato scrittura creativa ed è dotata di grande forza vitale, lo ha dimostrato dando testimonianza, attraverso la scrittura, del suo ritorno alla vita.
Da “Il Ritorno” al suo secondo libro “Il mito di Aci e Galatea”, quest’ultimo libro nasce con "l’intento di narrare la storia d’amore che dà il nome ai nostri territori e valorizzarla", ha affermato la Torrisi. D’altronde, ogni territorio ha una leggenda che si rispetti. E poi nasce anche grazie all’amore che Pina Spinella ha per la sua Città e per i bambini.
Il terzo ospite dell’evento è stato Pippo Scudero. Medico, specialista in psichiatria, psicoterapeuta. Ha collaborato con il Tribunale per i Minorenni di Catania in qualità di Giudice Onorario, e con l’Università di Catania insegnando Tecniche riabilitative grafiche al Corso di laurea in Tecnica della riabilitazione psichiatrica. Impegnato da molti anni, prima come scout e poi come educatore dell’AGESCI, è educatore nell’AIC e segue bambini dai 5 ai 7 anni con metodologia scout. E’ appassionato ai libri per ragazzi e non è un nome nuovo nel campo del libro per l’infanzia. Ha all’attivo, oltre allo filastroccario, altre pubblicazioni ma possiamo definirlo come un infaticabile animatore della lettura. "Tra sogno, magia e tanto di bello – ha sottolineato la conduttrice – ci prende per mano per portarci nel mondo fantastico delle filastrocche. Lo fa per un anno intero". Quattro testi per ogni trimestre. E lo fa con tanto di illustrazioni a colori che ci fanno vedere la vita piena di speranza e luce, di gioia. I versi sono in rima baciata, freschi incalzanti e divertenti ma aventi il fine educativo. Un’idea più che originale poiché nel calendario troviamo ogni giorno un nome diverso e un mestiere diverso, un tipo di “comunicazione” che è un metodo originale per l’approccio con i giovani.



Leggi allegato: 79987_salotto 1.jpg
Leggi allegato: 79988_salotto 2.jpg
Leggi allegato: 79989_salotto 3.jpg
Leggi allegato: 79990_salotto 4.jpg
Leggi allegato: 79991_salotto 5.jpg
Leggi allegato: 79992_salotto 6.jpg
Leggi allegato: 79993_salotto galatea 5 agosto.jpg