News
Indietro
SubHeader
News
mercoledì 24 marzo 2021
Parcheggio via Catusi, Rfi consegna l`area al Comune
Con la consegna dell’area di via Catusi, da parte di Rete ferroviaria italiana al Comune, avvenuta in presenza del sindaco, ing. Stefano Alì, del suo vice, ing. Carmelo Maria Grasso, e dell’assessore al Turismo, dott. Fabio Manciagli, è iniziato il conto alla rovescia in vista della realizzazione del parcheggio scambiatore che costituirà il primo intervento di intermodalità cittadina, inserito in una più ampia strategia pianificatoria dell’Amministrazione nel settore della mobilità. L’opera, rispetto alla quale sarà bandita la gara di appalto, verrà realizzata facendo ricorso ad un finanziamento di 400mila euro concesso dall’assessorato regionale alle Infrastrutture, retto dall’on. Marco Falcone, e prevedrà 65 posti auto oltre a stalli per il parcheggio di biciclette e spazi destinati ai pullman. Un intervento che, come ha più volte sottolineato l’assessore Carmelo Maria Grasso, artefice di questa iniziativa e di altre connesse, è destinato a trasformare la mobilità locale, ponendo le basi per quello che nei programmi diventerà un autentico sistema dei trasporti, tale da mettere in rete la stazione ferroviaria di Acireale con la nuova fermata “Fontanarossa” e con la metropolitana di Catania. Per Rete ferroviaria italiana è intervenuto l’ing. Giovanni Battista Di Liberto, responsabile dell’Unità territoriale di Catania, per il Comune erano presenti, oltre al sindaco Alì e al vicesindaco Grasso e all’assessore Manciagli, l’ing. Santi Domina, dirigente dell’Area Tecnica, l’ing. Giuseppe Calogero Vitellaro, funzionario direttivo tecnico, e l’arch. Anna Maria Liotta, responsabile unico del procedimento. “Con questo parcheggio – ha osservato il sindaco Alì - rendiamo la stazione appetibile sia per gli acesi che per tutti gli abitanti del circondario, in quanto diventa uno strumento di collegamento importante per l’aeroporto. In tempo di covid l’utilizzo non è frequente come nel passato, ma è chiaro che si tratta di un’opportunità anche per gli studenti che devono recarsi all’Università oltre che per i turisti che scelgono di arrivare nella nostra città attraverso il treno. Qui dovremo attivare anche servizi di bike sharing e di car sharing per fornire la possibilità anche di spostarsi una volta giunti ad Acireale”. Sulla stessa lunghezza d’onda l’assessore Carmelo Maria Grasso che, riferendosi al parcheggio, si è espresso così: “si tratta di un piccolo intervento dal punto di vista dell’ingegneria, ma di una grande opera sotto il profilo della mobilità, perché abbiamo la possibilità di creare ad Acireale un vero nodo di interscambio tra ferro e gomma e di raggiungere in meno di 25 minuti Fontanarossa. La nostra città, dunque, compie un passo in avanti di rilevante importanza che sarà, poi, completato con la fermata “Cappuccini” e con l’omonimo nodo intermodale. E, inoltre, questo parcheggio – ha concluso il vicesindaco Grasso - darà finalmente un “significato” alla stazione ferroviaria di Acireale che si trova fuori dal centro abitato e, così, potrà essere raggiunta in maniera agevole”. L’ing. Di Liberto ha precisato che la fermata di Acireale “è un punto nevralgico lungo la linea Messina-Catania-Siracusa, in quanto Acireale rappresenta uno dei centri attrattivi di maggiore interesse. La stazione e la nuova fermata “Cappuccini” si inseriscono in un nuovo sistema di trasporto che si sta sviluppando all’insegna di una precisa volontà che è quella di favorire l’uso del treno. E il nuovo parcheggio consentirà anche di creare un punto di scambio intermodale che possa favorire l’arrivo del turista in tutte le località attrattive della zona”.







Leggi allegato: 79482_20210324 parcheggio via catusi 1.jpg
Leggi allegato: 79483_20210324 parcheggio via catusi 2.jpg
Leggi allegato: 79484_20210324 parcheggio via catusi 3.jpg
Leggi allegato: 79485_20210324 parcheggio via catusi 4.jpg
Leggi allegato: 79486_20210324 parcheggio via catusi 5.jpg