News
Indietro
SubHeader
News
lunedì 22 marzo 2021
Celebrata la “Giornata della memoria delle vittime innocenti di mafia”, promossa da Libera
Sabato scorso, in occasione della XXVI “Giornata della memoria delle vittime innocenti di mafia” il presidio di “LiberadelleAci - Pierantonio Sandri” ha celebrato la consueta ricorrenza con l`ausilio delle Scuole e delle associazioni e attraverso il patrocinio del Comune. Gli studenti di vari istituti scolastici hanno compiuto una riflessione su una vittima innocente di mafia e prodotto un lavoro, una stella che rappresenta la vittima che con il suo sacrificio illumina il cielo buio della mafia e della corruzione. “Quest’anno – ha spiegato l’avv. Elisa Marino, referente acese di Libera - il tema era “Ricordare e rivedere le stelle... stelle di memoria”. La riflessione parte da Dante e dalla cultura e dalla conoscenza come contrasto alla cosiddetta “cultura mafiosa”, ecco perché si è scelto di fare la lettura dei nomi delle 1031vittime innocenti di mafia, dinanzi ai monumenti, ai teatri, ai luoghi che con la loro bellezza possano contrastare le brutture e le storture perpetrate dalla criminalità organizzata. Un 21 marzo insolito, una piazza virtuale, ma speriamo pur sempre vicina e presente nel ricordo e nel dolore dei familiari delle vittime, si è svolta la lettura e abbiamo sentito il messaggio di don Luigi Ciotti”. E il sacerdote noto per il suo straordinario e costante impegno contro le mafie, lamentando l’inerzia della politica, si è espresso così: “la notte continuerà se non termina questa inerzia omicida. Il rischio è che la mafia si stia normalizzando e stia entrando a far parte, in modo silente, in troppi ambiti. Non bastano le riforme se la politica non riforma sé stessa”. Al termine della manifestazione, l’avv. Marino ha rivolto un ringraziamento ai licei “Gulli e Pennisi” e “Regina Elena”, agli istituti comprensivi “Rodari”, “Vigo Fuccio – La Spina”, “Galileo Galilei” e “Paolo Vasta” e alle associazioni Arci, Legambiente, Libera cittadinanza, Anpi, Siulp, Impulso, Coordinamento per il lavoro, Carabinieri e Agesci che col Clan la lumaca (Acireale 2) ha fornito anche un importante contributo alla città, ripristinando la targa in memoria di Rosario Livatino.





Leggi allegato: 79463_20210320 libera 1.jpg
Leggi allegato: 79464_20210320 libera 2.jpg
Leggi allegato: 79465_20210320 libera 3.jpg
Leggi allegato: 79466_20210320 libera 4.jpg
Leggi allegato: 79467_20210320 libera 5.jpg
Leggi allegato: 79468_20210320 libera 6.jpg
Leggi allegato: 79469_20210320 libera 7.jpg
Leggi allegato: 79470_20210320 libera 8.jpg