News
Indietro
SubHeader
News
venerdì 11 dicembre 2020
Porti, al via la riqualificazione delle strutture di Capomulini, Santa Tecla e Pozzillo
Anche a Capomulini e Santa Tecla, come era già avvenuto giorni fa a Pozzillo, l’Amministrazione comunale ha inteso coinvolgere la popolazione del luogo nell’ambito dell’azione di riqualificazione dei porti locali che poggerà le basi su finanziamenti assegnati dalla Regione. Tanto Capomulini che Santa Tecla, quindi, sono stati oggetto di sopralluogo a cura dell’ing. Carmelo Maria Grasso, vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici, dell’ing. Santi Domina, dirigente dell’Area Tecnica, dell’ing. Giuseppe Vitellaro, funzionario della medesima Area, nonché dell’ing. Giampaolo Grasso, in rappresentanza del raggruppamento di professionisti che si è aggiudicato i servizi di progettazione delle aree portuali in questione. Per ciascuno dei tre porti sono stati stanziati un milione e mezzo di euro e, in questo senso, il vicesindaco Grasso si è espresso così: “C’è un’aspettativa di finanziamento importante da parte della Regione con cui è stata stabilita un’interazione continua. Il Comune, pertanto, deve produrre progetti esecutivi, perché è attraverso questi che alle gare i finanziamenti si attingono. Abbiamo acquisito da tempo questi fondi dalla Cassa depositi e prestiti e affidato l’incarico di progettazione; adesso abbiamo inteso confrontarci con i residenti delle frazioni Capomulini e Santa Tecla, dopo avere fatto altrettanto, in precedenza, con quelli di Pozzillo. L’obiettivo è quello di ricevere da loro idee e proposte per potere migliorare i progetti e farli diventare realmente partecipati. In questo senso – ha concluso il vicesindaco Grasso - vale la pena di ricordare che le Amministrazioni sono “pro tempore”, ma i progetti e le opere restano, in questo caso nelle frazioni interessate e in chi le vive”. Con specifico riferimento al porto di Capomulini, l’ing. Domina ha aggiunto che: “Abbiamo chiesto un progetto esecutivo e, quindi, cantierabile, per il quale l’Amministrazione ha compiuto già un investimento di circa 100mila euro, al fine di riqualificare sia l’area portuale che le zone limitrofe, la strada di accesso e il lungomare con opere che possano riportare Capomulini alla dignità che ha”. Giampaolo Grasso, uno dei progettisti intervenuti ai due sopralluoghi, ha spiegato che: “Si tratta di progetti di riqualificazione dell’area portuale e di realizzazione dell’arredo urbano e dei servizi connessi al fine di una migliore fruizione del sito. Dobbiamo realizzare tre livelli di progettazione: si parte adesso con lo studio di fattibilità, proseguiamo con la progettazione definitiva e, poi, arriveremo alla progettazione esecutiva. Ritengo che entro tre mesi riusciremo a fare tutto, posto che ogni livello contiene in sé approfondimenti ed eventuali variabili”.


Leggi allegato: 79114_sopralluogo porti 1.jpg
Leggi allegato: 79115_sopralluogo porti 2.jpg
Leggi allegato: 79116_sopralluogo porti 3.jpg
Leggi allegato: 79117_sopralluogo porti 4.jpg