News
Indietro
SubHeader
News
lunedì 30 novembre 2020
Al Palazzo di Città la consegna di sei benemerenze e di un encomio
Sei benemerenze ed un encomio sono stati consegnati oggi pomeriggio nella “Sala Galatea” del Palazzo municipale, nella data che coincide con il quindicesimo anniversario di concessione del titolo di Città a firma dell’allora presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi. Le benemerenze, attribuite con la delibera della Giunta municipale n. 213 del 24 novembre scorso, sono state consegnate dal sindaco, Stefano Alì, in presenza del suo vice, Carmelo Maria Grasso, e degli assessori Alfio Cavallaro, Mario Di Prima e Palmina Fraschilla nonché dalla presidente del Consiglio comunale, Sonia Abbotto. I primi a ricevere le benemerenze sono stati Sandro Gaglio, Marco Busà, Vittorio Marullo e Gioele Sciacca, protagonisti di vari salvataggi nel tratto di mare antistante Santa Maria la scala tra il 27 ed il 28 agosto scorsi. Alla consegna ha preso parte il consigliere comunale Martino Florio, promotore della concessione dei riconoscimenti che premiano l’impegno di quattro specialisti nel salvataggio di vite in mare, come sottolineato anche dal primo maresciallo N. P. Gaetano Guglielmino, comandante dell’Ufficio locale marittimo – Guardia costiera di Acireale, presente alla cerimonia. Le altre due benemerenze sono state concesse a rappresentanti del mondo dell’imprenditoria. La prima è stata destinata alla Pizzeria Frumento, nelle persone di Emanuele Serpa e Federica Lazzaro, due giovani di successo che hanno saputo farsi apprezzare nel loro ambito, portando in alto il nome di Acireale in tutta Italia anche nei contesti specializzati, al punto da piazzarsi al primo posto in Sicilia nella classifica stilata da “50 Top pizza 2020”, guida “on line” tra le più autorevoli del settore che ha riconosciuto loro pure il 31° posto su scala nazionale per quanto attiene la proposta di fritti, premiata con il prestigioso “Oil Italian Award”. Tra le aziende locali di prim’ordine, benemerenza alla “Sibat Tomarchio”, fondata nel 1920 e che proprio quest’anno ha compiuto un secolo di attività e costituisce un’eccellenza per il territorio, autentico fiore all’occhiello dell’industria locale. Un marchio che dà lustro ad Acireale e ne porta il nome in giro per il mondo, come rilevato dal consigliere comunale Alessandro Coco, il quale ha formulato la proposta del riconoscimento, subito accolta dalla Giunta municipale e consegnata all’amministratore unico dell’azienda, dott. Savio Boarini, per l’occasione accompagnato dalla dott.ssa Maria Claudia Sutera, responsabile marketing della società. Infine, l’encomio assegnato alla dipendente comunale Serafina Pennisi, in organico al Settore Pubblica istruzione, “per l’incessante e lodevole servizio svolto in favore della cittadinanza quale soggetto di collegamento tra l’Azienda sanitaria provinciale di Catania e il nostro Comune durante l’emergenza epidemiologica COVID 19 e per la professionalità e diligenza con cui ha espletato e continua ad espletare l’incarico in favore dell’Ente e dei dirigenti scolastici anche oltre l’orario di servizio e nei giorni prefestivi e festivi”. Questo il riassunto degli elogi formulati dall’assessore Palmina Fraschilla, che ha proposto la benemerenza, e dal dirigente dell’Area competente, il dott. Alfio Licciardello, entrambi intervenuti alla consegna a fianco del primo cittadino, impreziosita dalla presenza del dott. Giuseppe Liberti, commissario “ad acta” all’Asp di Catania nell’ambito dell’emergenza sanitaria in corso. Al termine dell`evento, curato dal capo del Cerimoniale, Maurizio Massimino, il sindaco Alì ha fatto dono di un mazzo di fiori alla presidente Abbotto, della quale oggi ricorre il compleanno.


Leggi allegato: 79084_benemerenze 1.jpg
Leggi allegato: 79085_encomio.jpg