News
Indietro
SubHeader
News
sabato 21 novembre 2020
Solidarietà a tempo di Covid, riparte "Acireale dona"
SOLIDARIETA` A TEMPO DI COVID, RIPARTE "ACIREALE DONA
Di seguito la nota diramata dall`ufficio comunicazione della Diocesi di Acireale, segnatamente da don Arturo Grasso, in relazione alla presentazione della "fase due" dell`iniziativa promossa congiuntamente dalla Chiesa cattolica e dall`Amministrazione comunale acesi.
Riparte “Acireale dona”, comitato già costituito dalla Diocesi di Acireale e dall’amministrazione comunale acese per fronteggiare la prima fase dell’emergenza socio – economica derivata dalle misure di contrasto alla diffusione del Covid-19. I dettagli della fase 2 di Acireale Dona sono stati illustrati durante la conferenza stampa di presentazione, sabato 21 novembre, nella sede della Caritas diocesana in Acireale, alla presenza del vescovo Antonino Raspanti, del sindaco Stefano Alì, della responsabile del comitato Rosa Maria Garozzo e del direttore della Caritas don Orazio Tornabene.
L`iniziativa che seguirà a breve “DonAci un Natale con generosità” è quella del carrello solidale che partirà sabato 28 novembre e vedrà coinvolti i principali supermercati della città di Acireale. “Attraverso quest’iniziativa – dichiara Rosa Maria Garozzo - desideriamo sensibilizzare ulteriormente la popolazione per contribuire a dare un Natale più sereno alle persone con difficoltà economiche”
“Probabilmente tutto questo non basterà – dichiara don Orazio Tornabene - e attraverso il fondo residuo della prima fase di Acireale dona, le nuove sovvenzioni del vescovo e del sindaco e la generosità di tutti si potrà rispondere nuovamente alla esigenze”.
Il vescovo Raspanti è intervenuto ringraziando i presenti e coloro che non hanno mai smesso di stare vicino alla popolazione: “Tante associazioni, aziende, esercizi commerciali e privati hanno espresso la loro vicinanza in questo tempo difficile. Ancora l’emergenza non è finita, ma attraverso piccoli gesti vogliamo animare insieme fiducia, ottimismo e voglia di ricominciare. Ci riserviamo – continua – altre iniziative da intraprendere nel periodo, ormai prossimo, del Natale”. Il sindaco, Stefano Alì, conclude così: "In questo tempo di incertezza vogliamo essere presenti come amministrazione. Abbiamo l’obiettivo di ridurre al minimo, attraverso azioni concrete, le povertà e le diseguaglianze che stanno emergendo e che stanno affliggendo i nostri cittadini”. Nella prima fase emergenziale, attraverso i buoni spesa, sono state aiutate 700 famiglie con 2.300 componenti circa, di cui 550 minori; ulteriori 500 famiglie con 180 consegne di alimenti e prodotti sanitari ed inoltre sono stati distribuiti 2.450 buoni da 20 euro. Hanno ricevuto aiuti anche le Piccole Sorelle dei Poveri con 35 consegne, la comunità San Camillo con 10 consegne e l’Associazione Madonna della Tenda con 20 consegne.
OFFERTE
1. IBAN: IT55D0521626200000000092818 CREVAL ACIREALE - CAUSALE: EMERGENZA COVID19
2. ACIREALE DONA – GoFundMe: https://www.gofundme.com/f/ycjysv-acireale-dona



Leggi allegato: 79049_riparte acireale dona.jpg