News
Indietro
SubHeader
News
lunedì 18 maggio 2020
Rete dell`Orientamento: continuano le attività
Nonostante l’emergenza Covid 19, la Rete dell’Orientamento del Comune di Acireale è rimasta al fianco degli studenti.
In questi giorni, in funzione della programmazione delle prossime attività, si è proceduto al rinnovo
del Protocollo d’intesa, strumento che ha permesso negli anni di formalizzare obiettivi, contenuti
e modalità di collaborazione tra il Comune ed i suoi partner: le scuole di I e II grado di Acireale,
l’Università degli studi di Catania, l’Università degli studi di Enna Kore, il Centro di orientamento “Il
Quadrivio” (Fondazione Gruppo Credito Valtellinese) e l’ente di Formazione Professionale ERIS.
Il progetto “Orientalfuturo”, si pone l’obiettivo di stimolare una riflessione sulle modalità di scelta
e di fornire gli strumenti per intraprendere un corretto processo decisionale che ne consideri tutti gli
elementi; esperienza rivolta ai ragazzi che si trovano a dover decidere del proprio futuro
accademico/professionale dopo la scuola secondaria.
L’ intervento, coordinato dal Servizio di Psicologia scolastica del Comune, sarà realizzato da “il
Quadrivio” in modalità a distanza per gli alunni delle classi IV, mentre per le classi V, esso sarà a
cura dei servizi di orientamento dell’Università degli Studi di Catania (COF&P e CInAP) e della
prestigiosa Scuola Superiore di Catania.
L’Assessore alla Pubblica Istruzione, nell’esprimere la sua soddisfazione per i risultati sinora raggiunti
nel campo dell’orientamento, sottolinea la peculiarità acese di avere costituito un sistema integrato
che mette insieme risorse pubbliche e private per supportare i giovani in un momento di transizione
così importante quale quello della scelta del futuro.
Pone, inoltre, all’attenzione della cittadinanza due nuove attività in quest’ambito: l’attivazione degli
“Open Days a distanza” organizzati dalle Università partner della rete e la costituzione dello
“Sportello virtuale”, a cura del CInAP, indirizzato specificatamente agli studenti con disabilità e
con DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento).