Comunicati
Indietro
SubHeader
Comunicato
AVVISO PUBBLICO per l’erogazione di “Contributi economici per l’alloggio” per titolari di contratto di locazione sul libero mercato
venerdì 19 gennaio 2024
AVVISO PUBBLICO

per l’erogazione di “Contributi economici per l’alloggio”
per titolari di contratto di locazione sul libero mercato


Il Distretto Socio Sanitario 14 intende intervenire sul disagio abitativo attraverso l’attribuzione di voucher temporanei a favore di persone e nuclei familiari a rischio di perdita dell’autonomia abitativa, finanziati attraverso le risorse assegnate dal Piano di Zona 2018-2019 e Piano di Zona 2019-2020.

Art. 1 Finalità delle misure di contrasto del disagio abitativo
- garantire la permanenza nel contesto sociale di appartenenza della persona;
- prevenire il rischio di perdita dell’autonomia abitativa derivante da eventi critici nella vita della persona e della famiglia;
- intervenire preventivamente per contenere il fenomeno degli sfratti per morosità incolpevole.

Art. 2 Destinatari
La misura è rivolta a nuclei familiari residenti nei Comuni del Distretto Socio Sanitario 14 (Acireale, Aci Bonaccorsi, Aci Castello, Aci Catena, Aci Sant’Antonio, Santa Venerina, Zafferana Etnea), in situazioni di disagio economico e/ o in condizione di particolare vulnerabilità, al fine di sostenere il pagamento di canoni di locazione non versati o da versare.

Art. 3 Requisiti di partecipazione
I nuclei familiari devono essere in possesso dei seguenti requisiti:
a. Avere cittadinanza italiana;
b. Essere cittadini stranieri in possesso di
- permesso/carta di soggiorno per i cittadini di Stati non aderenti all’UE ai sensi della L. 40/1998 e del D.lgs. 286/1998 e ss.mm.ii.;
- permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo ai sensi del D.lgs. 3/2007;
- status di rifugiato o titolari di protezione sussidiaria ai sensi del D.lgs. 251/2007;
c. Avere, alla data di presentazione della domanda, la residenza anagrafica in uno dei Comuni del Distretto Socio Sanitario 14;
d. Essere residenti in un alloggio in locazione, sul libero mercato, con regolare contratto di affitto registrato da almeno 6 mesi alla data di presentazione della domanda;
e. Essere in locazione sul libero mercato (compreso il canone concordato). Sono esclusi i contratti in alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica e i contratti di locazione con “acquisto e riscatto”, e gli immobili di categoria catastale A/1, A/7, A/8, A/9, A/10;
f. Non essere titolari dell’assegnazione, della residenza, o dell’occupazione in modo abusivo, di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica (requisito riferito a tutti i componenti il nucleo familiare);
g. Non essere titolari dei diritti di proprietà, usufrutto, uso o abitazione di uno o più immobili adeguati alle esigenze del nucleo familiare stesso, situati nell’ambito del territorio di residenza (requisito riferito a tutti i componenti il nucleo familiare);
h. Avere un ISEE (ordinario o corrente) non superiore a € 12.000,00 (dodicimilaeuro,00);

Per l’accesso alla misura devono essere presenti tutti i requisiti sopraindicati.

I contributi concessi con il presente avviso NON sono cumulabili con la quota destinata all’affitto dell’Assegno di Inclusione.

Art. 4 Criteri preferenziali
Costituisce criterio preferenziale per la concessione del contributo, il verificarsi di una o più condizioni sotto elencate:
- Non avere percepito nell’anno 2023 contributi per locazione “Bonus affitti” finanziati con risorse regionali (riferito a tutti i componenti il nucleo familiare);
- Perdita del posto di lavoro – Mancato rinnovo del contatto di lavoro (riferito ad uno o più componenti il nucleo familiare, nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2022 e la data di presentazione delle domande);
- Malattia grave e/o decesso (riferito ad uno o più componenti il nucleo familiare) tale da generare la comprovata riduzione o perdita del lavoro (nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2022 e la data di presentazione delle domande);
- Valore ISEE in corso di validità nel 2024 ordinario o corrente.

Art. 5 Importo ed erogazione del voucher abitativo
Il valore del voucher è pari al canone d’affitto pattuito nel contratto di locazione e comunque non superiore a € 250,00 mensili. Sulla base della valutazione dell’istanza da parte del Servizio Sociale Professionale, il contributo teorico massimo erogabile è pari a € 1.500,00 (sei mensilità).
I contributi saranno erogati direttamente ai proprietari di casa.
Gli eventuali richiedenti presenti in graduatoria in posizione non utile all’erogazione del contributo per esaurimento fondi, verranno collocati in una lista d’attesa che resterà valida per un periodo massimo di 12 (dodici) mesi dalla data di approvazione, e che permetterà l’erogazione del contributo nel caso in cui si rendessero disponibili ulteriori risorse per la medesima finalità.

Art. 6 Modalità e termini di presentazione della domanda
Sarà possibile richiedere il contributo entro il 23 febbraio 2024 utilizzando apposita modulistica disponibile presso l’Ufficio di Servizio Sociale o scaricabile dal sito istituzionale del Comune di propria residenza.
La richiesta dovrà essere consegnata all’Ufficio Protocollo del Comune di residenza o inoltrata allo stesso a mezzo PEC unitamente alla documentazione allegata.

Art. 7 Documentazione da allegare
All’istanza dovrà essere allegata:
- copia fronte/retro del codice fiscale e del documento di identità in corso di validità del richiedente;
- copia del permesso di soggiorno valido o carta di soggiorno (per cittadini extracomunitari);
- copia del contratto di locazione e di registrazione del contratto (mod. F23 o attestazione cedolare secca);
- dichiarazione del proprietario;
- copia della ricevuta dell’ultimo pagamento effettuato.
Saranno escluse dal beneficio le istanze:
a) presentate con modulistica diversa da quella predisposta dall’Amministrazione;
b) prive della dichiarazione anche di uno solo dei requisiti di ammissione;
c) prive di documento di identità in corso di validità;
d) non firmate;
e) presentate oltre il termine stabilito.



Art. 8 Informativa ai sensi del regolamento 679/2016 UE
I dati personali raccolti dal personale coinvolto nel procedimento per gli adempimenti di competenza, saranno utilizzati esclusivamente per le operazioni relative al procedimento attivato ai sensi del Reg. UE 679/2016 e dell’art. 28 della legge n. 167/2017. Saranno inoltre comunicati a soggetti pubblici per l’osservanza di obblighi di legge, sempre nel rispetto della normativa vigente in tema di protezione dei dati personali. I dati saranno conservati per il tempo necessario a perseguire le finalità indicate e nel rispetto degli obblighi di legge correlati.

Art. 9 Disposizioni e controlli
Ai sensi dell’art. 71 del D.P.R. 445/2000, i controlli di cui agli artt. 46 e 47 effettuati dal Distretto sono stabiliti nella misura minima del 5% e sono precedenti e successivi all’erogazione del contributo. Qualora dal controllo emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decadrà dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera (art. 75 del T.U. D.P.R. 445/2000) e sarà soggetto alla responsabilità penale di cui all’art. 76 del T.U. D.P.R. 445/2000.

Art. 10 Informazioni
Per maggiori informazioni rivolgersi ai Servizi Sociali dei Comuni di residenza, nei rispettivi giorni ed orari di apertura al pubblico.

Documentazione completa in allegato