Comunicati
Indietro
SubHeader
Comunicato
Toponomastica, approvato dal Consiglio il nuovo regolamento
mercoledì 28 aprile 2021

Il Consiglio comunale, all’unanimità, ha approvato la delibera della Giunta relativa al regolamento per la commissione “Toponomastica”, composta da 9 membri aventi diritto al voto e 3 membri senza diritto al voto, che resta in carica sino alla scadenza del mandato del Consiglio comunale. Fanno parte del primo gruppo, il sindaco oppure un assessore da lui delegato che presiede la commissione, il presidente dell’Accademia degli Zelanti o ad un suo delegato, 5 esperti qualificati in ambito storico, scientifico, artistico e letterario con particolare riferimento alla storia locale, nominati dal sindaco, il presidente della Consulta comunale della Cultura ed il presidente della Consulta comunale giovanile. Fanno parte del secondo gruppo il responsabile dell’Ufficio Statistica, il quale svolge le funzioni di segretario verbalizzante, il dirigente dell’Area Tecnica o un suo delegato e il dirigente del Settore Servizi demografici o un suo delegato. L’incarico di membro della commissione viene espletato a titolo gratuito. La commissione può avanzare proposte in materia di Toponomastica ed esamina le richieste relative a nuove denominazioni oppure ridenominazioni. Le proposte vanno indirizzate al sindaco e devono essere accompagnate da una relazione contenente i motivi che giustificano l’intitolazione. Tali richieste non sono vincolanti per l’Amministrazione comunale generiche o specifiche: nel primo caso viene indicato solo il toponimo, nel secondo anche l’area di circolazione stradale oppure il sito da denominare o ridenominare. Gli eventuali pronunciamenti della Giunta vanno inviati al Prefetto per il rilascio dell’autorizzazione. Strade e piazze possono essere intitolate solo a personaggi deceduti da almeno 10 anni, salvo deroga del prefetto ed i casi previsti dalla legge per soggetti benemeriti della Nazione nonché Caduti in guerra o per la causa nazionale. Non sfugge, ai fini della stesura definitiva della delibera, il lavoro corale svolto dal Consiglio comunale nella sua interezza, attraverso un’azione di arricchimento, mediante osservazioni ed emendamenti, sottolineata dall’assessore agli Affari istituzionali, avv. Mario Di Prima, il quale si è espresso così: “Il regolamento per la Toponomastica appena approvato è uno strumento di civiltà, che guida e indirizza l’attività amministrativa in un campo particolarmente significativo, orienta le scelte. Quest’ultimo è un aspetto parecchio importante, anche per evitare arbitrii di ogni genere”.