Comunicati
Indietro
SubHeader
Comunicato
Servizio idrico, costituito consorzio "Catania Nord" a "trazione" SOGIP
giovedì 31 dicembre 2020
Un passaggio di rilevante importanza quello che si è consumato ieri, nello studio del notaio Sebastiano Messina, dove si è proceduto alla costituzione del consorzio “Catania Nord”, ente che si occuperà della gestione del servizio idrico integrato per quanto attiene la parte settentrionale della Città metropolitana di Catania, ex Provincia. Protagonista la SOGIP, per l’occasione rappresentata dall’amministratore unico, Salvatore Messina, presente assieme a Stefano Alì e Ignazio Puglisi, sindaci rispettivamente di Acireale e Piedimonte etneo. Il primo cittadino acese è intervenuto perché la SOGIP è una partecipata comunale; quello di Piedimonte in quanto si tratta del primo Comune per cui l’Ambito territoriale idrico (ATI) ha affidato il servizio idrico integrato alla SOGIP. Altri Comuni hanno manifestato analoga intenzione, a testimonianza della fiducia di cui può godere la SOGIP, simbolo di efficienza, in un contesto territoriale ben più ampio di quello acese. A breve entreranno a far parte del Consorzio le altre società “in house” dell’ex Provincia di Catania, quali SIDRA, ACOSET e AMA, secondo quanto stabilito dall’ATI in modo da rendere pienamente operativo il costituendo consorzio. Il sindaco Alì, nell’occasione, ha espresso soddisfazione per la solerzia con cui la SOGIP sta operando. “Sin dal mio insediamento – ha osservato il primo cittadino acese – mi sono attivato al fine di rendere più forte e funzionale la SOGIP, anche portando in sede di Consiglio comunale, che l'ha votato, il riconoscimento di un significativo debito fuori bilancio legato alla gestione del passato e chiarendo le esposizioni reciproche, come richiesto dalla Corte dei Conti. Tale operazione ha reso molto più apprezzabile il bilancio della SOGIP, eliminando enormi crediti da incassare e, contestualmente, debiti da coprire. Non vanno trascurati, poi, il “completamento” della qualifica della SOGIP come società “in house”, con l’affidamento anche della gestione della fognatura e, di recente, delle caldaie comunali nonché il supporto fornito, all'interno dell’ATI, per la costituzione del consorzio con la presenza rilevante della nostra “partecipata” comunale.