Comunicati
Indietro
SubHeader
Comunicato
Covid-19/Screening Scuole Capomulini, Commercio e Ristorazione
sabato 7 novembre 2020
Ventidue soggetti positivi su poco meno di 700 tamponi rapidi eseguiti è il dato parziale, aggiornato alle 19 di oggi, relativo alla prima data dello screening in corso di svolgimento sino a lunedì prossimo al parcheggio di Capomulini e riservato a studenti degli istituti superiori, loro genitori, docenti e dipendenti Ata. Domani e lunedì la chiusura del sito avrà luogo alle 19 e non alle 20, come precedentemente annunciato. I medici dell’Azienda sanitaria provinciale hanno lavorato con spirito di sacrificio ed abnegazione, ricevendo il plauso dell’Amministrazione comunale acese, presente “in loco” per buona parte della giornata con il sindaco, Stefano Alì, e gli assessori alla Polizia municipale ed alla Protezione civile, rispettivamente Mario Di Prima e Salvo Grasso. Il supporto fornito dal Comune di Acireale, limitatamente alle proprie competenze e secondo le richieste formulate dall’Asp, si è tradotto in un intervento sinergico che ha visto protagonisti i settori Polizia municipale e Protezione civile, guidati dal colonnello Antonino Molino e dall’ing. Giuseppe Torrisi, con il coinvolgimento dei volontari di Protezione civile e non meno prezioso è risultato il ruolo della dipendente comunale Serafina Pennisi, referente Covid per le Scuole, indispensabile elemento di raccordo con i singoli Istituti. Frattanto, sul fronte del settore “Commercio”, il dirigente, col. Antonino Molino, precisa che, richiamando l’Ordinanza del presidente della Regione n. 51 del 24 ottobre scorso, sino al prossimo 13 novembre a tutti gli esercizi commerciali autorizzati alla vendita al dettaglio è consentito di esercitare la propria attività sino alle ore 14 dei giorni domenicali e festivi. Da tale disposizione restano esclusi gli esercizi commerciali presenti all'interno dei centri commerciali, a eccezione di farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, tabacchi ed edicole. Per la ristorazione nessuna modifica rispetto alle giornate domenicali e festive; pertanto, l’asporto è consentito dalle 5 alle 22 mentre la vendita a domicilio può protrarsi anche dopo le 22. Confermato il divieto di consumo al banco, ai tavoli e nelle adiacenze dei singoli esercizi commerciali.