Comunicati
Indietro
SubHeader
Comunicato
ACIREALE, BATTESIMO PER IL GAL “LE TERRE DI ACI”, SECONDO NELLA GRADUATORIA DELLA REGIONE
lunedì 5 settembre 2016
Il Dipartimento Agricoltura della Regione Siciliana ha pubblicato le graduatorie definitive della misura 19 del PSR Sicilia 2014/2020, dedicato all’ attivazione di misure di sviluppo locale secondo l’approccio leader. A promuovere le proposte progettuali sono stati chiamati i Gruppi di Azione Locale, ( GAL ), soggetti che promuovono e realizzano la cooperazione e la sinergia fra amministrazioni pubbliche ed imprese private nel quadro di una strategia territoriale che guardi ad uno sviluppo guidato dalle stesse comunità locali interessate, ( CLLD ).

Il sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo, comunica con soddisfazione che la Regione ha riconosciuto il Gruppo di Azione Locale “Le Terre di Aci”, riconoscendo alla strategia di sviluppo presentata 85 punti.

In particolare sono state approvate le domande proposte dai GAL :

Terre del Nisseno
Le Terre di Aci
Rocca di Cerere
Terra Barocca
Tirrenico, Mare, Monti e Borghi
Etna Sud
Nebrodi
Sicani
Etna
Kalat
Nebrodi Plus
Elimos
Madonie
Eloro
Sicilia Centro Meridionale
Peloritani
Terre Normanne
Golfo di Castellammare
Terre dell’Etna e dell’Alcantara
Tirreno Eolie
Valle del Belice
Metropoli Est.

«Abbiamo ottenuto un grande risultato e soprattutto è stata una grande soddisfazione aver raggiunto la seconda posizione nella graduatoria del Dipartimento con 85 punti. Un ringraziamento importante va a chi ha lavorato in questi mesi per mettere a punto la strategia di sviluppo, (Comuni, Associazioni, progettisti e partner), e a chi ha da subito creduto alla nostra iniziativa, cioè avere nella nostra area uno strumento fondamentale per la programmazione 2014-2020, - dichiara il primo cittadino acese-. Il GAL servirà a rafforzare l'identità del nostro territorio a rilanciare l’economia e il paesaggio rurale, potenziare il tessuto imprenditoriale e a incrementare il settore turistico. Abbiamo iniziato il percorso del GAL “Le Terre di Aci” nell’aprile scorso da Comune capofila con i Comuni di Aci Catena, Aci Sant'Antonio, Aci Bonaccorsi e Valverde. Attraverso questo strumento partecipativo sarà possibile realizzare forme di collaborazione pubblico-privato nelle politiche di rilancio dell'agricoltura, sostenendo l'innovazione delle produzioni, con il coinvolgimento diretto del territorio, stimolando lo sviluppo equilibrato delle aree interessate e migliorando la qualità della vita dei cittadini».

Soddisfazione per il risultato raggiunto viene espressa anche dal deputato regionale acese Nicola D’Agostino:
«Acireale continua ad intercettare le risorse e le opportunità messe a disposizione dalla Regione. L’Amministrazione comunale è vigile e attenta, condizione fondamentale per sfruttare le possibilità di sviluppo e investimento, che esistono se si è capaci di coglierle,- commenta D’Agostino-. Il GAL “Le Terre di Aci” è senza dubbio un ulteriore segnale positivo, che dimostra che la sinergia tra l’attività amministrativa e la presenza attenta a Palermo porta a risultati importanti per la crescita del territorio».