Banner Acireale
Percorso Fotografico
SubHeader
Biblioteca e Pinacoteca Zelantea
Fotografia
Biblioteca e Pinacoteca Zelantea
Da piazza S. Domenico, prendendo via Marchese di S. Giuliano, sulla sinistra e' quasi immediatamente la sede della Biblioteca e Pinacoteca Zelantea, costruita nel primo ventennio del nostro secolo su disegno dell'ing. Mariano Panebianco.
Istituita sul finire del '600 dall'Accademia degli Zelanti, la Biblioteca che costantemente si e' arricchita delle cospicue librerie donate da numerosi illustri acesi (conta oggi un patrimonio di piu' di 250.000 volumi, cui vanno aggiunti opuscoli e riviste), e' una istituzione culturale di primo ordine. Al suo interno vi si tengono conferenze e concerti organizzati dall'Accademia Zelantea.



Annessa alla biblioteca e' la Pinacoteca, fondata nel 1851. Vi sono raccolte tele di pittori acesi a partire dal '600 - val la pena citare Giacinto Platania (1612-1691), Matteo Ragonisi (1660-1734), Pietro Paolo Vasta (1697-1760), Alessandro Vasta (1724-1793), Emanuele Grasso (1789-1853), Antonino Bonaccorsi (1826-1897), Paolo Leonardi (1845-1922), Saru Spina (1856-1943), Francesco Mancini (1863-1948) -, nonche' opere di V. D'Anna, G. Gandolfo, C. Giaquinto, C. Maccari, A. Mancini, F. Michetti, G. Patania, M. Preti, G. Sciuti, G. Tuccari, G. Valasquez.
La raccolta di disegni ed incisioni comprende pezzi di A. Durer, L. Giordano, C. Maratta, D. Morelli, G. Reni, S. Rosa, P. Testa, A. Van Dyck.
Tra le numerose sculture notevoli il "Giulio Cesare" (I sec. a.C.), scoperto nel 1676 a Capo Mulini, il gruppo di "Aci e Galatea" di Rosario Anastasi (1846), la "Testa di Garibaldi" di Michele La Spina (1891).
Sono ancora di rilevante interesse, infine, la carrozza del Senato acese e la portantina per il viatico, entrambe del '700.
Fotografia
Fotografia