Banner Acireale
Area Tematica - Pubblica Istruzione e Politiche Giovanili
SubHeader
Area Tematica - Pubblica Istruzione e Politiche Giovanili
Oggi l’Ente Locale, nell’ambito delle politiche scolastiche, non ha più solo funzioni esclusivamente di assistenza scolastica (refezione, manutenzione dei locali, trasporto alunni), ma un ruolo di soggetto primario del sistema formativo e ad Acireale si sta operando nella consapevolezza di questo nuovo ruolo.
Il Settore Pubblica Istruzione del Comune di Acireale si rivolge ad una popolazione scolastica distribuita su 6 Istituti Comprensivi e 6 Istituti secondari di II grado per un totale di 12.448 alunni (dati relativi all'anno scolastico 2012/2013).

CAPO SETTORE
Dott. Antonino Molino
telefono: 095895866

SERVIZIO DI PSICOLOGIA SCOLASTICA
Via degli Ulivi 21 – Acireale (Ct)

Responsabile del Servizio: Donatella Busà, Psicologa Tel. 095/895716
e-mail: psi.istruzione@comune.acireale.ct.it

Alessandra Seminara, Psicologa Tel 095/895730
e-mail: psi2.istruzione@comune.acireale.ct.it



In considerazione della nuova ottica che vede le Amministrazioni Pubbliche svolgere un ruolo di stimolo, sollecitazione, regia e coordinamento delle risorse del territorio, il Servizio di Psicologia Scolastica, nell’ambito di propria competenza, si pone l’obiettivo di rafforzare l’avviato processo di integrazione e raccordo delle diverse agenzie educative del territorio attraverso interventi, attività, progetti che favoriscano il successo formativo di tutti i ragazzi.

Il SERVIZIO DI PSICOLOGIA SCOLASTICA, nell’ambito delle politiche scolastiche, si occupa prevalentemente delle seguenti attività:

• ATTIVITA' DI CONSULENZA E SOSTEGNO PSICOLOGICO: al fine di prevenire il disagio scolastico, su richiesta dei familiari o a seguito di segnalazioni da parte delle scuole, si offre l’opportunità di colloqui individuali e/o familiari e sostegno psicologico, anche tramite gruppi d’incontro.
• INTEGRAZIONE SCOLASTICA DEGLI ALUNNI DISABILI: il Comune di Acireale assicura annualmente il Servizio di assistenza igienico-personale agli alunni con disabilità grave delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie. In particolare, il Servizio di Psicologia Scolastica coordina il personale specializzato partendo da un’analisi dei reali bisogni del contesto scolastico in cui sono inseriti, e periodicamente verifica l’andamento del servizio con incontri con genitori, insegnanti, dirigenti.
Compartecipa all’organizzazione del grest estivo che si realizza presso una spiaggia attrezzata e accessibile ai disabili non autonomi.
Inoltre, collabora con il CTRH (Centro territoriale risorse per l’handicap) del distretto socio-sanitario 14 e conduce, sin dall’anno scolastico 1991/1992, indagini conoscitive sugli alunni disabili frequentanti le scuole acesi di ogni ordine e grado. Tale studio è nato dall’esigenza di conoscere e monitorare l’andamento del fenomeno dell’integrazione scolastica dei disabili nel territorio acese. Si rilevano, tramite schede strutturate, i dati relativi agli alunni disabili frequentanti le scuole acesi, statali e paritarie, e i corsi di istruzione e formazione (obbligo formativo) degli Enti di formazione professionale, suddivisi per genere, classe frequentate e per tipologia di handicap (fisico, psichico, sensoriale, misto). Annualmente viene presentato un rapporto sui dati emersi.

• PROGETTI DI ORIENTAMENTO SCOLASTICO E PROFESSIONALE: in linea con quanto già attuato in altre realtà locali ed al fine di dare impulso ad un’attività di cui esiste un’ampia domanda sul territorio da parte della società civile, si è pensato di dare ampio spazio ad una cultura dell’orientamento. Il Servizio di Psicologia Scolastica, con le iniziative “Salone dell’Orientamento Scolastico e Professionale”, ”Scuole aperte” e i progetti di orientamento “La mia cassetta degli attrezzi”, “Rete-Orienta”, "Orientalfuturo" ha avviato di concerto con le risorse del territorio, da diversi anni, un processo di mutamento culturale in materia di orientamento. Il Salone dell’Orientamento, giunto ormai alla 11^ edizione, si configura come una importante manifestazione sui temi dell’orientamento scolastico e professionale rivolto agli alunni delle classi terze della scuola secondaria di I grado e ai loro genitori e insegnanti. Il Salone , che si articola in spazi espositivi, workshop e convegni, raggiunge l’intera popolazione scolastica del territorio acese e dei Comuni limitrofi, i cui alunni gravitano nelle nostre scuole secondarie di II grado. Tale evento, della durata di quattro giornate, nel corso degli anni, ha visto il supporto dell’Assessorato P.I. della Provincia Regionale di Catania, il contributo della Fondazione Gruppo Credito Valtellinese e del Credito Siciliano, la collaborazione della Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi di Catania, dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Catania e dei Comuni di Aci Bonaccorsi, Aci Castello, di Aci Catena, Aci Sant’Antonio, S. Venerina, Viagrande.
“Scuole Aperte”, si configura come ulteriore occasione, rivolta agli alunni delle 3° classi di scuola secondaria di I grado e ai loro genitori, che hanno, in tal modo, la possibilità di visitare le strutture scolastiche (aule, laboratori, palestre, ecc.) e richiedere informazioni relative alle diverse offerte formative degli Istituti secondari di II grado acesi che rimangono aperti al pubblico secondo un calendario condiviso dalle scuole superiori e coordinato dal Servizio di Psicologia.
“La mia cassetta degli attrezzi” , “Rete-Orienta”e "Orientalfuturo" rappresentano tre progetti di orientamento che hanno avuto la capacità di implementare, dal 2002 a tutt’oggi, processi di cambiamento nella cultura dell’orientamento, nonché nella prevenzione della dispersione scolastica, creando una rete interistituzionale (Ente Locale, Formazione Professionale, Istituzioni Scolastiche, Enti privati, Università) fondata sulla concertazione e sul lavoro di squadra. I citati progetti, con la finalità di prevenire la dispersione scolastica che colpisce maggiormente gli alunni del primo anno delle scuole secondarie di secondo grado, si propongono, tramite azioni informative e formative, di mettere in grado i giovani di orientarsi in una realtà complessa e in continuo mutamento.

• PROMOZIONE DEI DIRITTI DELL'INFANZIA: Con la nomina a “Sindaco difensore dei bambini”, conferita dall’Unicef di Catania nel 2005, il Sindaco di Acireale ha assunto l’impegno di adottare ogni misura appropriata per dare attuazione ai diritti riconosciuti dalla Convenzione Internazionale dei Diritti dell’Infanzia e di promuovere nella città la Cultura dell’Infanzia, come cultura portatrice di futuro. Dal 2005, il Servizio di Psicologia scolastica organizza la “Settimana dell’Infanzia” che si articola in vari appuntamenti, con lo scopo di coinvolgere i cittadini e le istituzioni in un’azione di sensibilizzazione e informazione su quanto si sta realizzando sul nostro territorio insieme ai bambini e ai ragazzi. Tale evento rappresenta, annualmente, un’occasione per dare voce ai bambini attraverso un ventaglio di iniziative programmate di concerto con i docenti referenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado: concorso grafico per la realizzazione del manifesto di pubblicizzazione dell’evento, mostra relativa ai disegni del concorso, laboratori artigianali (pasticceria, cartapesta), racconti di fiabe a cura delle librerie acesi, spettacoli teatrali e musicali ad opera delle scuole di ogni ordine e grado, incontri e dibattiti sui temi dell’infanzia, Consiglio Comunale riservato ai bambini, marcia dei Diritti, raccolta fondi a favore dell’Unicef. Inoltre, si realizzano momenti di confronto tra i Comuni della nostra Provincia che hanno assunto un particolare e specifico impegno a tutela dei diritti dei bambini. Tale incontro vede la partecipazione dei “Sindaci difensori dei bambini” della provincia di Catania.

• INTEGRAZIONE DI DIVERSI SISTEMI FORMATIVI
Tirocinio formativo e di orientamento per gli studenti dell’Università degli Studi di Catania. A seguito del protocollo d’intesa (deliberazione G.M. n. 11 del 21-02-’05) tra la Facoltà di Scienze della Formazione di Catania – Corso di Laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche del Consorzio per l’Università “Kore” di Enna e il Comune di Acireale, pervengono numerose richieste di tirocinio formativo e di orientamento da parte di studenti interessati ad approfondire ed ampliare la preparazione universitaria presso questo servizio.
Alternanza scuola /lavoro: l’attuale riforma scolastica offre la possibilità di alternare scuola ed esperienze formative in veri e propri ambienti di lavoro; in quest’ottica il Servizio di Psicologia scolastica ha stipulato convenzioni che permettono agli alunni delle scuole superiori un percorso di alternanza Scuola – Lavoro presso i servizi dell’Assessorato.


UNITA’ OPERATIVA N. 3 – PREVENZIONE DISPERSIONE SCOLASTICA -

Responsabile dell’Unità Operativa: Agata Cannavò – Assistente Sociale -
Via degli Ulivi 21 – Acireale (Ct)
Tel. 095.895715 – fax 095895737
e-mail: as.pubblicaistruzione@comune.acireale.ct.it

L’unità operativa attua le procedure di vigilanza e contrasto alla dispersione scolastica con la formulazione di piani d’intervento mirati all’efficacia ed efficienza del servizio; inoltre, promuove di azioni di prevenzione e di inclusione sociale, con la collaborazione ed il coinvolgimento delle istituzioni scolastiche ed altri servizi ed agenzie presenti nel territorio.

L’attività del servizio si esplica attraverso lo svolgimento delle seguenti funzioni:

● PIANI D’INTERVENTO DI SERVIZIO SOCIALE PROFESSIONALE, l’attività professionale dell’assistente sociale si esplica attraverso lo svolgimento di consulenza socio-assistenziale, con conseguente presa in carico di casi individuali, segnalati dai dirigenti scolastici, al fine di trattare le situazioni di disagio scolastico degli “obbligati” all’istruzione che rientrano nelle forme di dispersione o disagio scolastico (evasione scolastica, abbandono, frequenza saltuaria, ecc.). In particolare, si elabora mediante l’istruttoria del caso, l’individuazione del piano d’intervento e la sua attivazione attraverso gli strumenti, i mezzi e le modalità operative opportune; si attivano i collegamenti funzionali sia con il contesto della classe in cui è inserito il minore, sia con le risorse territoriali, nonché con gli interventi di Autorità Giudiziaria Minorile,ove necessari.

● REALIZZAZIONE DELL’ANAGRAFE SCOLASTICA, annualmente viene attivata l’anagrafe scolastica degli alunni residenti in Acireale ed obbligati alla frequenza scolastica delle prime classi della scuola primaria, secondaria di 1° e 2° grado. In particolar modo, ad inizio di ogni anno scolastico l’ufficio effettua il confronto e le comparazioni necessarie tra gli elenchi degli alunni iscritti forniti dalle scuole, con i residenti degli elenchi della leva demografica nelle classi d’età di riferimento, quindi l’unità operativa si attiva per gli alunni che non risultano iscritti, provvedendo a contattare la famiglia per approfondire, affrontare e risolvere gli impedimenti all’iscrizione (doppia iscrizione, iscrizione in altro comune, ecc.).

● REALIZZAZIONE DELL’ANAGRAFE SCOLASTICA DEGLI ALUNNI CON CITTADINANZA NON ITALIANA RESIDENTI IN ACIREALE
Il fenomeno migratorio interessa sempre più il Comune di Acireale in quanto il numero degli alunni extra-comunitari presenti nelle scuole acesi è in costante aumento. L’ufficio, con l’avvio di ogni anno scolastico, realizza l’anagrafe scolastica di detti alunni, eseguendo la comparazione ed il confronto degli elenchi di anagrafe demografica con quella degli iscritti forniti dalle scuole, in età compresa tra i 6 ed i 16 anni ed in obbligo d’istruzione. I dati ottenuti infine vengono opportunamente classificati per scuole, classi, genere e paese d’origine e presentati annualmente nell’ambito dello studio relativo alla popolazione scolastica, mediante l’ausilio di supporti informatici.

● RILEVAZIONE STATISTICA DELLA POPOLAZIONE SCOLASTICA, trattasi dell’elaborazione e studio della popolazione scolastica di tutte le scuole di ogni ordine e grado nel Comune di Acireale, con dati forniti dai dirigenti scolastici, tramite una scheda strutturata. Si realizza un quadro completo della distribuzione degli alunni e dei plessi scolastici ricadenti nel territorio comunale; quindi vengono rilevati i dati degli alunni iscritti selezionati per scuola, classe, genere e ripetenza.

● REALIZZAZIONE ANNUALE DELL’ELABORATO “ELEMENTI CONOSCITIVI DELLA POPOLAZIONE SCOLASTICA E DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA IN ACIREALE”, l’indagine che si realizza vuole essere un apporto alla conoscenza della realtà scolastica acese, articolata in diverse parti: nella prima i dati quantitativi della popolazione scolastica delle scuole acesi di ogni ordine e grado; nella seconda, invece, viene esplicata la trattazione del fenomeno della dispersione scolastica in Acireale, con una descrizione analitica relativa a questa problematica, le sue variabili, la sua tipicità e rilevanza nel tempo, le segnalazioni annuali dei casi di evasione scolastica, abbandono ed assenza saltuarie pervenute a questo ufficio.


SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA

Sotto la dicitura di “assistenza scolastica”sono compresi servizi diversificati che vanno dal trasporto scolastico alla refezione, dalla manutenzione degli edifici scolastici alla erogazione di borse di studio e buoni libro, dal riscaldamento alla fornitura di arredi.

Responsabile del servizio: Personale amministrativo: Sig.ra Rosa Samperi
Sig.ra Agata Privitera

Autista scuolabus: Sig. Santo Pulvirenti
Sig. Giuseppe Cocuccio
Via degli Ulivi 21 – Acireale (Ct)
Recapito telefonico: 095/895709 095/895732 Fax: 095/895737

● TRASPORTO SCOLASTICO
La regione siciliana garantisce attraverso i Comuni il trasporto gratuito agli alunni della scuola dell’obbligo e delle scuole primarie di secondo grado che si recano presso altro comune, o frazione diversa dello stesso Comune, per frequentare scuole pubbliche statali o paritarie, qualora non esista nel Comune di residenza o frazione dello stesso, la corrispondente scuola pubblica. Tali modalità prevedono il rilascio da parte del Comune di residenza di un abbonamento ai mezzi pubblici di linea rinnovabile con cadenza mensile sulla base della certificazione attestante la frequenza scolastica dell’alunno.
Il Comune è dotato di 2 scuolabus per gli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado che risiedono in zone non servite da mezzi pubblici di linea.

● BORSA DI STUDIO
La legge 10 marzo, n. 62 riguardante norme per la parità scolastica e disposizioni sul diritto allo studio a all’istruzione e il D.P.C.M. 14/02/2001, n.106, prevedono l’assegnazione di Borse di Studio alle famiglie degli alunni delle scuole statali e paritarie (primarie, secondarie di primo grado e di secondo grado) che versano in condizioni di maggiore svantaggio economico, a sostegno delle spese sostenute per l’istruzione dei propri figli.
I genitori che vogliono fare richiesta potranno inoltrare istanza , entro i termini e con i criteri stabiliti dal relativo Bando dell’Assessorato BB. CC. AA. e P.I., al Comune di residenza, per gli alunni della Scuola Primaria e secondaria di I grado, e alla Provincia, per gli alunni della scuola secondaria di II grado, per il tramite dell’Istituzione Scolastica.
L’erogazione di tali borse di studio è, però, subordinata all’accreditamento dei relativi fondi da parte della Regione.

● ARREDI SCOLASTICI
Il Ministero della Pubblica Istruzione ha individuato l’ambito specifico degli oneri a carico dei Comuni nei riguardi delle istituzioni scolastiche nell’art.3 della legge 11 gennaio 1996 n. 23 . In relazione agli obblighi per essi stabiliti al comma 1, i Comuni provvedono alle spese per l’arredamento scolastico per le scuole di competenza comunali.

● DISINFESTAZIONE E DERATTIZZAZIONE
Il servizio di disinfestazione e derattizzazione è effettuato in tutte le scuole di competenza comunali su richiesta dei dirigenti scolastici, tramite ditte specializzate, a salvaguardia della igiene e salute pubblica.


● REFEZIONE SCOLASTICA :Responsabile del servizio Sig.ra Erminia Samperi
Sig.ra Lidia Zingale

Il servizio di refezione scolastica fornisce il pranzo ai ragazzi che frequentano le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado. L’offerta della refezione scolastica è un servizio che il Comune garantisce e che integra l’attività didattica della scuola, oltre a valorizzare gli aspetti dell’alimentazione legati alla salute, al gusto e alla cultura.
Il menù è suddiviso in 4 settimane e strutturato su due periodi: invernale ed estivo, in modo da introdurre un’ampia varietà di pietanza nel rispetto della stagionalità dei prodotti.
La tabella dietetica è redatta dal SIAN di Catania curata da specialisti medici dietologici nel rispetto delle raccomandazioni sull’alimentazione.
L’accesso al servizio di refezione scolastica da parte degli alunni aventi diritto avviene mediante il pagamento di una quota di compartecipazione al costo del singolo pasto.


MANUTENZIONE EDIFICI SCOLASTICI E RISCALDAMENTO

Responsabile del servizio: Via degli Ulivi 21 – Acireale (Ct)
Recapito telefonico: 095/895709 Fax: 095/895737



SERVIZIO EROGAZIONE BUONI LIBRO

Responsabile del servizio : Sig.ra Antonina Serraggi
Sig.ra Giusi Musmeci
Sig.ra Graziella Raciti
Via degli Ulivi 21 – Acireale (Ct)
Recapito telefonico: 095/895711 Fax: 095/895737

● BUONO LIBRO
La legge Regionale n.68 del 07/05/1976 e n. 57 del 31/12/89, reca disposizioni per l’assegnazione di buoni libro per gli alunni della scuola secondaria di primo grado, pertanto il Comune provvede ad assegnare a ciascun alunno, su richiesta delle istituzioni scolastiche interessate e per i residenti nel Comune, un Buono Libro, pari ad € 61,97, per la prima classe ed € 41,32 per la seconda e terza classe.

● FORNITURA GRATUITA O SERMIGRATUITA LIBRI DI TESTO
La legge 23/12/98 n. 448 reca disposizioni per la fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo per gli alunni delle scuole secondarie di primo e secondo grado, pertanto il Comune provvede a garantire la gratuità totale o parziale dei libri di testo in favore degli alunni che adempiano l’obbligo scolastico in possesso dei requisiti richiesti.
La Regione, annualmente, predispone un piano di riparto dei finanziamenti destinati a tale beneficio. In base alla somma che la Regione assegna al Comune, viste le istanze presentate da parte dei genitori, viene calcolata la percentuale sufficiente a coprire le spese sostenute dai genitori che ne hanno fatto richiesta.